Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

In 20 contro uno, picchiato con caschi e sedie da un gruppo di ragazzini: il pestaggio per strada a Reggio Calabria – Il video

Le immagini dell’aggressione sono state diffuse dal sindaco reggino. Il ragazzo vittima del branco non avrebbe voluto denunciare alla polizia

Un ragazzo poco più che maggiorenne è stato picchiato ripetutamente da un gruppo di circa 20 giovani, di cui alcuni minorenni, sul lungomare di Reggio Calabria. Non solo calci e pugni, i ragazzini l’hanno aggredito lanciandogli diversi oggetti, tra cui sedie di plastica e caschi da motociclista. In un video che ha ripreso la scena si vede la vittima tentare di fuggire più volte. Alla fine ci riesce e si mette in salvo, ma ha riportato una frattura al setto nasale e diverse lesioni. Secondo quanto appreso finora, il giovane è stato ascoltato dagli inquirenti, ma non ha presentato alcuna denuncia e non ha fornito specifiche sui motivi dell’aggressione.


Il sindaco: «Vergogna»

A denunciare l’accaduto è stato il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, che ha condannato l’evento. «Non dite che ci vogliono le telecamere o i controlli, perché qui è esclusivamente una questione di educazione. Ai ragazzi protagonisti di questo video – scrive su Facebook il sindaco – vorrei dire vergogna, perché quella che si vede non è semplicemente una rissa, ma un vero e proprio pestaggio, tutti contro uno. E allora più che ai ragazzi io mi rivolgerei ai loro genitori: se io riconoscessi mio figlio in quelle immagini non ci penserei due volte ad accompagnarlo in Questura». Sull’accaduto ha avviato indagini la polizia di Stato sotto le direttive della Procura delle Repubblica ordinaria e della Procura per i minorenni, guidate, rispettivamente, da Giovanni Bombardieri e Roberto Di Palma.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: