Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Rapinato da due trapper «perché nero», parla l’operaio nigeriano: «Li ho fotografati mentre mi aggredivano con un coltello»

Francis Aliu Yaogeh lavora in una fabbrica di tendaggi a Lesmo. Ha raccontato l’aggressione per mano di Jordan Jeffrey Baby e Traffik

«Sono qui in Italia per lavorare». Così Francis Aliu Yaogeh, 41enne di origine nigeriana, commenta quanto gli è accaduto sabato 13 agosto alla stazione di Carnate, un piccolo comune della provincia di Monza e della Brianza. Lavora in un’azienda di tendaggi nel paese di Lesmo e si è trovato vittima di rapina nel sottopassaggio pedonale in cui gli sono stati violentemente tolti bicicletta e zaino. E’ poi riuscito a scattargli due foto che ne hanno permesso l’identificazione. Erano due trapper: Jordan Tinti (Jordan Jeffrey Baby) e Gianmarco Fagà, in arte Traffik. «Sei nero, ti ammazziamo», gli avrebbero detto i due ragazzi che, secondo quanto riferisce Yaogeh citato dal Corriere della Sera, si sono avvicinati a lui a petto nudo mentre stavano scendendo le scale del primo binario. Li descrive dicendo che «uno era alto un metro e novanta circa, l’altro di poco più basso. Tutti e due avevano molti tatuaggi sul volto e sul corpo. Uno aveva il numero 23 tatuato».


I due gli avrebbero urlato contro: «Parla con me…parla con me». Yogeh ne chiede il motivo. In quel momento, tirano fuori un coltello dai pantaloni e lo minacciano di morte, con frasi di stampo razzista. «Mi hanno detto: “Vogliamo ammazzarti perché hai la pelle nera”», racconta il 41enne, che dice di aver tentato poi di fuggire. Ma loro lo rincorrono fino al binario 2. Qui l’uomo li «prega» di restituirgli zaino e bicicletta. «Mi hanno risposto di no e hanno preso la bici e lo zaino, e li hanno buttati sui binari. Uno con il coltello ha tagliato le gomme mentre l’altro ragazzo filmava con il cellulare». Quest’ultimo è Traffik, che ha poi condiviso il video sui suoi canali social. Poi, continua il 41enne, li vede salire sul treno per Monza dal binario 3, li fotografa e consegna le immagini ai Carabinieri di Vimercate.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: