Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il passato (social) non perdona: Majolo esclusa dalle liste M5s. Nel 2013 scriveva «Berlusconi amore mio»

25 anni, Majolo era candidata nel collegio plurinominale Campania 1-01

Dopo Stefano La Regina, dopo Rachele Scarpa e dopo Marco Sarracino, ora c’è un’altra candidata alle prossime elezioni politiche che si sta scontrando con le tracce delle sue idee lasciate sui social. Questa volta però non si tratta di un under 35 scelto da Enrico Letta come capolista del Pd, ma di Claudia Majolo, candidata dal Movimento 5 Stelle nel collegio plurinominale Campania 1-01. Il caso è stato sollevato dal giornale online Stylo 24. Trentacinque anni, presidente dell’Unione praticanti avvocati, Majolo in passato aveva difeso la sua fede politica su Facebook. Tra 2013 e il 2019 il suo attivismo digitale non si muoveva però verso il sostegno dei progetti del M5s ma di quelli di Forza Italia. Tra i commenti incriminati si possono trovare frasi difficile da fraintendere come «Non mi fate incazzare e votate Berlusconi» o hashtag piuttosto chiari tra cui #BerlusconiAmoreMio.


Complesso da giustificare ai colleghi di partito anche un messaggio del 2013, quando per la prima volta il M5s era entrato in Parlamento: «Allora siete felici? Eh capre?! Vi voglio tra un paio di mesi a voi e a quei 4 grillini… Che sanno solo mettere il cu*o sulla sedia… Tempo al tempo… Ora fate festa da buoni ignoranti…». Sempre stando a quanto riportato da Sylo 24, queste frasi sono bastate a Majolo per giocarsi la candidatura. Il deputato Salvatore Miccillo, coordinatore del M5s in Campania, avrebbe confermato infatti che il suo nome sarebbe stato ritirato. Intanto sul profilo Facebook di Majolo campeggia ancora il banner elettorale del MoVimento. L’ultimo post rilancia un articolo che parla della sua candidatura dove scrive: «Andiamo a cambiare le cose #dallapartegiusta».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: