Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Regionali in Sicilia, Conte ha deciso: «Il M5S corre da solo, dal Pd non sono giunte risposte adeguate». Nuccio Di Paola candidato

Citando un sondaggio nelle mani dei Cinque Stelle, il leader ha dichiarato: «In Sicilia andando da soli prendiamo più voti»

«In Sicilia il Movimento 5 Stelle correrà da solo, per dare riscatto e dignità a tutta l’isola». Ad annunciarlo in un post su Facebook il leader del M5s, Giuseppe Conte. Sarà Nuccio Di Paola, attuale referente regionale del partito, il candidato 5stelle a governatore della Regione. «Alcune settimane fa ero stato chiaro: quello che vale a Roma vale a Palermo. Sappiamo come è andata nella capitale: il Pd ha scelto l’agenda Draghi, rinnegando tutto il lavoro realizzato in direzione progressista durante il Conte II. Nonostante questo, in Sicilia – ha continuato l’ex premier – abbiamo tentato fino all’ultimo di costruire un percorso comune, anche in considerazione del percorso di partecipazione costruito in occasione delle primarie. Dal Partito democratico, però, ancora una volta non sono giunte risposte adeguate». L’ex premier ha poi continuato: «Siamo arrivati a questo paradosso: da una settimana c’è un’impasse dovuta all’insistenza dei democratici per infilare nelle liste esponenti impresentabili. Una posizione che ha messo in imbarazzo anche Caterina Chinnici, che è stata costretta a richiamare il Pd su questo punto: chi ha procedimenti penali pendenti deve restare fuori dalle liste». Citando un sondaggio in possesso dei Cinque Stelle, il leader ha poi dichiarato: «In Sicilia andando da soli prendiamo più voti».


La reazione del Pd

Il segretario del Pd in Sicilia, Anthony Barbagallo, ha commentato così la rottura dei 5 stelle: «A Giuseppe Conte dico, intanto, che la dignità è mantenere la parola data. E questa rocambolesca giravolta di oggi del suo Movimento è tutt’altro che degna. Quello del M5s è alto tradimento nei confronti dei siciliani che hanno creduto al fronte progressista».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: