Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Lo studente rapinato e violentato a Roma da tre ragazzi: «Erano brutali e spietati»

Ricoverato all’Umberto I in codice rosso. La polizia acquisisce le immagini della videosorveglianza

Uno studente fuorisede di 22 anni è stato rapinato e violentato da tre ragazzi suoi coetanei. È accaduto nel quartiere di San Lorenzo a Roma. Secondo il racconto della vittima prima gli hanno chiesto i soldi. Poi lo hanno costretto a prelevare al bancomat. Infine uno di loro lo ha trascinato in una via buia. Dove ha subito una violenza sessuale. «Ho trascorso la serata in alcuni locali di San Giovanni con i miei amici e per tornare a casa ho noleggiato un monopattino. L’ho parcheggiato all’altezza di via degli Etruschi dove poi quei tre si sono avvicinati. Minacciandomi mi hanno rapinato: erano brutali e spietati», ha detto il giovane originario della Sardegna alla polizia secondo quanto racconta Il Messaggero. Poi lo hanno picchiato a più riprese. Finché uno della gang non lo ha trascinato nel vicolo. Dove si è consumata la violenza sessuale. Sabato mattina lo studente è stato portato al Pronto Soccorso dell’ospedale Umberto I. Dove è stato ricoverato in codice rosso. I poliziotti stanno visionando anche le immagini di video sorveglianza della stazione. Il sospetto è che gli autori della violenza siano tra i gruppi di sbandati che bivaccano a Termini. Nel mirino, dunque, ci sono anche i locali di San Giovanni dove lo studente ha trascorso la serata. Non è escluso, che qualcuno possa averlo notato e da lì seguito fino a San Lorenzo. Infine, per tutta la giornata di ieri sono stati ascoltati i coinquilini del giovane e i titolari delle attività lungo la via Tiburtina.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: