Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

È Luca Gallo (ex Reggina) il «noto imprenditore attivo anche nel mondo del calcio» nel mirino della Gdf e della procura di Roma

Avrebbe omesso versamenti Iva per 27 milioni e Inps per 61 milioni

L’agenzia di stampa AdnKronos fa sapere che un noto imprenditore attivo anche nel mondo del calcio è stato denunciato alla procura di Roma per frode nella spesa previdenziale. Si tratta di Luca Gallo, ex presidente della Reggina calcio. L’imprenditore è stato già destinatario di misure cautelari a Catania in indagini per le ipotesi di reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti, omesso versamento dell’Iva, di ritenute fiscali e di contributi previdenziali e assistenziali. Ora le indagini delle fiamme gialle di Velletri riguardano quattro società di capitali che operano nel settore dell’illecita somministrazione di personale. Secondo l’accusa queste società hanno fornito manodopera a centinaia di imprese violando norme fiscali, previdenziali, contributive e del lavoro. Omettendo versamenti dell’Iva per 27 milioni di euro e all’Inps per 61 milioni. Oltre alle ritenute fiscali per 19 milioni. L’autorità giudiziaria ha chiesto il fallimento delle imprese coinvolte e la nomina di un amministratore giudiziario a tutela delle quote societarie.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: