Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il medico che voleva curare l’otite con l’omeopatia condannato a 3 anni di carcere

Massimiliano Mecozzi avrà anche l’interdizione dalla professione. Ma solo quando la sentenza sarà definitiva

Massimiliano Mecozzi è il medico pesarese che ha consigliato ai genitori di curare dall’otite il figlio Francesco Bonifazi con medicinali omeopatici. Il bambino è morto nel maggio 2017 e i genitori sono stati condannati a tre mesi di carcere. Per lui invece ieri è arrivata la sentenza nel processo di primo grado per omicidio colposo: tre anni di galera e cinque di interdizione dalla professione. Che però scatteranno solo quando la sentenza diventerà definitiva. Per la diagnosi di otite batterica bilaterale del bambino – stando all’accusa – Mecozzi non avrebbe ritenuto necessari gli antibiotici anche quando il piccolo presentava i segni del primo aggravamento. La sentenza è stata letta dalla giudice Francesca Pizii, dopo due ore e mezzo di camera di consiglio. La procura, con il pm Daniele Paci, aveva chiesto una condanna a quattro anni. Mecozzi non era in aula nel momento della lettura della sentenza. C’erano invece la mamma del bambino Maristella Oliveri e il nonno materno. Il medico, che ha ripreso ad esercitare e non ha misure cautelari, era difeso dall’avvocato Fabio Palazzo.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: