Rimase paralizzato in una puntata di «Ciao Darwin»: assolti tutti gli imputati

Gabriele Marchetti cadde dai rulli durante la prova del «Genodrome» battendo in modo violento sul fondo della piscina

Il Tribunale monocratico di Roma ha assolto tutte le quattro persone imputate e finite a processo per il ferimento di un concorrente durante la trasmissione di Canale 5, Ciao Darwin, il 17 aprile del 2019. All’epoca dei fatti, Gabriele Marchetti, 54 anni (ora 57enne) cadde dai rulli durante la prova del «Genodrome» e rimase paralizzato. Il gioco consisteva nel riuscire a superare una serie di rulli dentro una grande piscina. Marchetti perse l’equilibrio e precipitò violentemente sul fondo rigido, battendo testa, collo e schiena. Così i pm contestarono l’accusa di lesioni personali gravissime a due rappresentati della società Rti, il dirigente dell’azienda che fornisce l’attrezzatura per il gioco e la titolare della società che doveva selezionare i concorrenti dello show. Secondo l’accusa, Marchetti non era stato formato nel modo corretto per partecipare a quel gioco, né informato bene sui rischi che correva. Inoltre, l’attrezzatura non era stata realizzata correttamente. A partire dal fondo dell’acqua che, sempre stando all’accusa, aveva una profondità inadeguata per riuscire ad attutire eventuali cadute. Ma per il giudice «il fatto non sussiste».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: