La Geo Barents torna in mare: salvati 74 migranti partiti dalla Libia. «Erano allo stremo dopo 15 ore su un gommone»

La nave dell’Ong tornata operativa a un mese dal duro scontro con il governo Meloni per lo sbarco di 572 persone

Nuova missione in mare per la nave Geo Barents di Medici senza Frontiere. Intorno alle 17 di oggi – domenica, 4 dicembre – il team di Msf ha effettuato il salvataggio di 74 persone, tra cui molte donne e minori, partiti dalla Libia la notte scorsa a bordo di un gommone. «Le operazioni di salvataggio nel Mediterraneo centrale sono in corso. La nostra squadra ha soccorso 74 persone partite dalla Libia ieri notte su un gommone sovraffollato e instabile», ha scritto la Ong su Twitter, precisando che le persone salvate sono in condizioni di estrema vulnerabilità. «I sopravvissuti – scrive sul social network – sono esausti e deboli dopo aver trascorso 15 ore in mare in condizioni meteorologiche avverse. Ora tutti sono al sicuro a bordo della Geo Barents e stanno ricevendo le cure necessarie dal team di Msf». Dopo il braccio di ferro con il governo Meloni ad inizio novembre per l’approdo a Catania, conclusosi infine con lo sbarco di tutti i 572 migranti a bordo, la Geo Barents aveva fatto sapere nei giorni scorsi di essere tornata nel Mediterraneo, pronta a riprendere le sue missioni di ricerca e salvataggio.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: