Assisi, ricatto a luci rosse ai danni di un religioso: arrestato in flagrante un 32enne

L’uomo è accusato di estorsione a sfondo sessuale: lui e il frate si sarebbero conosciuti su un sito di incontri

Prima il rapporto sessuale, poi la richiesta di soldi per non rivelare il loro incontro. È quello che ha denunciato un religioso di Assisi ai carabinieri, che hanno quindi organizzato un appuntamento tra i due per cogliere in flagranza il presunto ricattatore. È stato così arrestato dai militari un 32enne di origini albanese, accusato di estorsione. Dopo l’interrogatorio di garanzia nell’istituto detentivo perugino di Capanne, l’uomo è tornato in libertà: il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto ma ha disposto l’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria. Secondo quanto denunciato, il frate avrebbe conosciuto l’uomo in un sito di incontri. Il 32enne avrebbe successivamente chiesto varie somme di denaro al religioso, minacciando di diffondere particolari sul loro appuntamento. Secondo alcune testate, era anche in possesso di video girato con il cellulare. Il frate ha quindi trovato la forza di denunciare e i carabinieri lo hanno fermato con l’accusa di estorsione a sfondo sessuale.


Leggi anche: