Chi è Lorenzo Castelli, il manager scelto per risollevare il gruppo di Chiara Ferragni

Classe 1991, è stato selezionato da Forbes Italia tra gli Under 30 più promettenti della categoria «venture capital»

Chiara Ferragni ha già trovato un sostituto di Fabio Maria Damato, il manager e strettissimo collaboratore licenziato dal gruppo dell’influencer. Si tratta di Lorenzo Castelli, 33 anni, selezionato nel 2021 da Forbes Italia tra gli Under 30 più promettenti della categoria Venture Capital. Assieme a lui, scrive Il Messaggero, entreranno nello staff anche Marina Di Guardo, madre di Ferragni, e Alessandro Marina, un consulente noto nel mondo della moda milanese. Tra l’imprenditrice milanese e Castelli c’erano già stati contatti in passato. Tra i progetti curati da Alchimia Investments, una società fondata proprio da Castelli, figurava infatti anche il progetto Chiara Ferragni Collection.


L’esperienza negli Stati Uniti

Classe 1991, Lorenzo Castelli si è laureato in Economia del lavoro all’Università Roma Tre e ha poi conseguito un master in Project Management alla Luiss Business School. La sua avventura professionale inizia da giovanissimo a New York, dove lavora come assistente personale di John Vizzone, vicepresidente di Ralph Lauren. Dalla Grande Mela si sposta poi a Miami, dove prova ad aprire (senza successo) una catena di negozi di alimentari italiani.


Il ritorno in Italia con Alchimia

Di ritorno in Italia, Castelli ha co-fondato Alchimia Investments, una società di investimenti attiva nel venture capital, il capitale di rischio. Nel giro di poco tempo, Alchimia diventa un punto di riferimento del settore e Castelli finisce nella lista di Forbes dedicata agli Under 30 più promettenti del suo settore. Uno dei successi della società è Virgin Hyperloop One, che ha realizzato il primo test con persone a bordo di un treno con tecnologia hyperloop, impiegata per il trasporto ad alta velocità all’interno di tubi a bassa pressione.

Leggi anche: