Bloomberg: “Tav non si farà”. Toninelli smentisce

Secondo le indiscrezione dell’agenzia l’esito dell’analisi costi-benefici sarà negativa. Ma il ministro frena: “non ancora completata”

Secondo l'agenzia Bloomberg l'analisi costi-benefici commissionata dal governo per valutare la TAV Torino-Lione boccerà il progetto, stabilendo che non è economicamente sostenibile. Nell'articolo a firma di Chiara Albanese si fa riferimento a due fonti vicine al dossier: per Bloomberg sarebbe una "grossa vittoria del Movimento 5 Stelle, storicamente contrario alla TAV". 

 

Sempre secondo l'agenzia il costo di uno stop al progetto sarebbe di due miliardi di euro. Dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli arriva in una nota l'immediata smentita:

Di fronte alle indiscrezioni di stampa, smentisco che sia stata completata l'analisi costi-benefici sul TAV Torino-Lione. Quando sarà effettivamente portata a termine e sarà stata condivisa con gli interlocutori interessati, sarà naturalmente pubblicata, in ossequio a quel principio di trasparenza che abbiamo sempre osservato.

 

Dello stesso tenore la replica che arriva da Mario Virano, direttore generale di Telt, la società incaricata di realizzare e gestire l'opera:

 

Non ne sappiamo nulla, siamo molto prudenti a inseguire dichiarazioni. Ci saranno atti ufficiali, restiamo in fiduciosa attesa.

Commenta le indiscrezioni anche il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino:

Basta con questa insopportabile manfrina: la mano destra dice una cosa sulla Tav, un minuto dopo la mano sinistra la smentisce. Ora la Commissione, nata in modo non trasparente, sia trasparente e renda noti i risultati. Il governo per una volta sia responsabile e decida politicamente sul futuro della TAV.