Gatwick, altro che ecoterroristi. Fermata una coppia di mezza età

di OPEN

Sarebbero un uomo di 47 anni e una donna di 54. Oltre 140 mila passeggeri rimasti a terra dal 19 dicembre 

Altro che eco-terrorismo. Secondo Il Telegraph le due persone arrestate stamattina dalla polizia per aver bloccato con i droni il traffico aereo a Gatwick sarebbero una coppia sposata di 47 e 54 anni. Il marito lavorerebbe come installatore di finestre in una piccola impresa a Crawley, una cittadina di circa 100.000 persone a sud di Londra, nel West Sussex, nei pressi dell'aeroporto di Gatwick. Secondo quanto riportato, è un appassionato di droni, ma il suo datore di lavoro lo ha difeso dalle accuse, sostenendo che fosse al lavoro durante l'incidente.

 

photo

 Facebook |

 

 

I primi droni sono comparsi tre giorni fa: da quel momento il traffico aereo è stato interrotto e riavviato 2 volte, causando centinaia di ritardi e cancellazioni che hanno coinvolto 140mila passeggeri.  L'amministratore delegato di Gatwick, Stewart Wingate, ha chiesto scusa su Twitter, definendo l'accaduto "un'attività mirata a chiudere l'aeroporto, per arrecare il massimo disagio sotto Natale".      

 

https://twitter.com/statuses/1075702135411609601

 

I droni sono stati avvistati più di 50 volte. I modelli sono leggermente più grandi di quelli acquistabili online, ma i filmati delle telecamere dell’aeroporto non hanno permesso fin da subito di identificare con precisione marca e modello. 

https://twitter.com/statuses/1075813918893846529

 

La situazione è paradossale, ma difendersi dai droni non è semplice. Molti aeroporti usano degli speciali emettitori di onde radio come misura di sicurezza, ma la maggior parte dei droni attualmente in commercio sono già immuni a questa forma di difesa tecnologica, rendendola di fatto obsoleta.

 

Il governo inglese, intanto, sta discutendo se implementare regolamentazioni più severe. Gli eventi di questi giorni sono un sintomo particolarmente grave ed emblematico di un problema diffuso: secondo la UK Airprox Board, un'associazione che monitora l'attività dei droni sugli aeroporti, nel 2018 droni e aerei hanno rischiato di scontrarsi in 92 casi.