Scontri pre-partita, arrestato capo ultrà dell’Inter

di OPEN

Durante la guerriglia prima di Inter-Napoli del 26 dicembre, morì Daniele Belardinelli, membro dei Blood & Honour di Varese

Marco Piovella, capo ultrà della curva dell'Inter, è stato arrestato nell'ambito dell'inchiesta sugli scontri avvenuti prima di Inter-Napoli di mercoledì 26 dicembre. L'arresto è stato disposto su richiesta della Digos, della Questura e della Procura di Milano sulla base degli elementi raccolti negli ultimi giorni di indagini e di interrogatori.

 

Nella guerriglia prima del match Inter-Napoli del 26 dicembre morì un altro ultrà interista Daniele Belardinelli, investito da un suv.

 

Nato a Pavia nel 1984, Piovella è soprannominato "il rosso" ed è uno dei leader della curva Nord, nello specifico dei "Boys S.A.N.". Da diversi anni sarebbe il responsabile delle coreografie della curva. Nei giorni successivi,  Piovella si presentò in Questura dopo essere stato indicato dal più giovane dei tre arrestati, Luca Da Ros, come l'ispiratore dell'agguato ai tifosi napoletani.

photo

Leggi anche