Aumentano gli episodi di antisemitismo in Francia. Il ministro Castaner: «È come un veleno»

Il responsabile dell’Interno rivela che questi atti sono passati da 311 del 2017 a 541 nel 2018, con un aumento del 74%

«L'antisemitismo si espande come un veleno». Il ministro dell'Interno francese ha usato queste parole per commentare l'incremento degli atti di natura antisemita avvenuti per le vie di Parigi. «C'è stato un aumento del 74%» ha detto Christophe Castaner secondo quanto riporta il quotidiano Le Monde rilevando che gli episodi di questo tipo sono passati da 311 del 2017 a 541 nel 2018. Tra gli episodi più recenti, c'è la scritta «juden» (in tedesco significa ebrei) comparsa l'8 febbraio sulla vetrina di un negozio di alimentari che vende bagel (specialità ebraica) e il murales con un ritratto di Simone Veil imbrattato da svastiche.
La sindaca di Parigi Anne Hidalgo era andata fuori dal negozio di alimentari a manifestare solidarietà ai negozianti in un quartiere, quello di Marais, dove nel 1982 ci fu un attentato nel ristorante Jo Goldenberg. Uomini armati avevano lanciato delle bombe all'interno della sala, uccidendo 6 persone e ferendone altre 22.

https://twitter.com/statuses/1095265378362687488