Nugnes (5 stelle): «Bisogna risolvere il tema del doppio ruolo di Di Maio»

di Francesca Martelli

La senatrice 5 Stelle, sotto indagine da parte del collegio dei probiviri da dicembre, sostiene che nel Movimento fondato da Grillo e Casaleggio non ci sia un reale dibattito sull’autorizzazione a procedere contro Salvini

La senatrice 5 stelle Paola Nugnes, sotto indagine da parte del collegio dei probiviri, accoglie positivamente le nuove regole ipotizzate all’interno del Movimento 5 Stelle, dopo la sconfitta elettorale in Abruzzo: spazio alle liste civiche, possibile creazione di una segreteria politica e presentarsi alle elezioni amministrative solo se adeguatamente preparati (come annunciato sul Blog delle Stelle).

«Si tratta di una riflessione assolutamente condivisibile, ma non si affronta il vero problema e cioè la metamorfosi del Movimento 5 Stelle in questa legislatura». La senatrice considerata da molti colleghi di partito una delle più dissidenti, sposa l’idea lanciata oggi su Repubblica dall’ex deputata Roberta Lombardi, e cioé separare la funzione del capo politico da quella del vicepremier, ruoli attualmente in mano a Luigi Di Maio.

Nugnes annuncia anche il voto favorevole all’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini, su cui i 5 Stelle non si sono ancora espressi in modo ufficiale. Il 18 febbraio, giorno prima del voto nella Giunta delle Immunità, è stata convocata l’assemblea dei parlamentari M5S saltata questa settimana.