Addio Luke Perry, l’idolo delle teenager degli anni 90

L’attore americano è deceduto dopo un ricovero d’urgenza dovuto ad un ictus

Luke Perry, la star della serie tv Beverly Hills 90210 non ce l'ha fatta, è morto oggi – 4 marzo -, all'età di 52 anni. Pochi giorni fa era stato ricoverato d'urgenza a causa di un ictus nell'ospedale di Los Angeles, e le sue condizioni erano già state dichiarate devastanti. La notizia del malore era arrivata contestualmente a quella dell'annuncio da parte della Fox di riunire il cast della serie Beverly Hills, 90210 per un sequel di sei episodi.

Addio Luke Perry, l'idolo delle teenager degli anni 90 foto 1

Luke Perry

Rimasto orfano di padre a 14 anni, ancora ragazzino comincia ad avvicinarsi alla carriera di attore, approdando a inizio anni '90 nel cult per teenager, Berverly Hills. Recita in quasi tutte e dieci le stagioni (dal 1990 al 1995; pausa fino al 1998 e poi gira fino alla stagione conclusiva, quella del 2000), prestando il volto a Dylan McKay, bello e dannato.

Per chi non lo ricordasse, è stato tra i protagonisti del cinepanettone Vacanze di Natale '95 con Massimo Boldi e Christian De Sica; ha poi preso parte a qualche episodio di un'altra serie tv cult, questa volta degli anni 2000, Buffy- L'ammazzavampiri. Ed è annoverato tra le guest star di Will & Grace, pietra miliare delle sitcom americane.

È stato più volte "simpsonizzato", comparendo sempre come telespalla di Krusty il Clown – del quale è il fratello – ne I Simpson, appunto. Un'altra apparizione nel mondo dei cartoni animati risale al 2002, quando ha dato la voce a se stesso nella serie I Griffin nell'episodio 19 della seconda stagione. È apparso anche nel cartone della Hanna-Barbera Johnny Bravo. Era entrato nell'immaginario collettivo delle nuove generazioni con la serie Riverdale.

Leggi anche