Al Carnevale di Formello c’era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone

di Redazione
Al Carnevale di Formello c'era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone

Durante la sfilata dei carri allegorici di ieri nel comune laziale ha fatto la sua comparsa quella che voleva rappresentare una scialuppa con a bordo bambini e adulti con il volto pitturato di marrone e le scritte «Porti aperti», «No pago affitto» ,«Voglio wi-fi» e «Italia oggi»

Da sempre i carri allegorici di Carnevale sono uno specchio del nostro Paese. Eravamo abituati però alle caricature dei potenti della politica e dell'economia o dei personaggi dello spettacolo. Ma ieri, 3 marzo 2019, al carnevale di Formello, comune di 13.000 abitanti in provincia di Roma, soggetto della satira sono stati gli immigrati che cercano di raggiungere tra mille traversie l'Italia. Una scialuppa decorata con onde di plastica e di carta, trainata da un fuoristrada tappezzato di bandiere tricolori. Sul carro-scialuppa bambini e adulti con il volto pitturato di marrone. 

Al Carnevale di Formello c'era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone foto 1

Ad accompagnare il carro, un "sosia" di Matteo Renzi, a suggerire evidentemente una responsabilità dell'ex premier nel flusso migratorio che ha coinvolto l'Italia negli ultimi anni. Sulla scialuppa e sul fuoristrada scritte ironiche nei confronti degli immigrati: «Porti aperti», «No pago affitto» ,«Voglio wi-fi». Sul cofano della jeep, la scritta «Italia oggi». In piazza non ci sono state particolari reazioni, mentre le immagini della sfilata, rimbalzate sui social network, hanno suscitato l'indignazione di molti per l'iniziativa che è stata considerata di cattivo gusto e dai contenuti razzisti. 

Al Carnevale di Formello c'era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone foto 2

Ma il sindaco della cittadina, Gianfilippo Santi, eletto nel 2017 con una lista civica, non ci sta: «Non era neppure un carro vero. Nessuno si è scandalizzato in piazza, anzi tutti si sono divertiti. Chi solleva accuse di razzismo – continua il sindaco -  lo fa solo per attaccarmi politicamente perché dopo 25 anni ora c'è una giunta diversa non più  di sinistra». Il primo cittadino di Formello ha negato che il carro esprimesse contenuti discriminatori, ricordando che anche lo scorso anno era stato criticato per un'allegoria carnevalesca sul Vesuvio e i napoletani. Ha chiosato: «Non penso di dover chiedere scusa a nessuno». 

Al Carnevale di Formello c'era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone foto 3

Di segno opposto le reazioni del presidente di Legambiente di Formello Maria Teresa Altorio che parla di «carro della vergogna». Nella rappresentazione l'esponente ambientalista non vede satira ma «incitamento all'odio, alla paura e alla divisione. È invece opportuno trasmettere ai nostri figli messaggi di inclusione e accoglienza soprattutto durante giornate di festa di Paese in cui le famiglie si riversano nelle piazze con gioia».

Al Carnevale di Formello c'era un carro anti-immigrati: i visi dei bambini pitturati di marrone foto 4