Chi è Zuzana Caputová

Ha vinto la prima tornata elettorale con il 40% dei voti, segnando un’importante sconfitta per i movimenti sovranisti nel gruppo di Visegrad. Da anni milita per le cause ambientali nel suo Paese

Si chiama Zuzana Čaputová, ha 45 anni, due figli, una carriera come avvocato alle spalle e adesso potrebbe diventare il nuovo presidente della Repubblica Slovacca. Per il momento ha vinto la prima tornata elettorale con il 40,6% delle preferenze, più del doppio rispetto al secondo classificato, il vicepresidente della Commissione europea Maroš Šefčovič. Čaputová è riuscita nella sua impresa nonostante il Partito progressista slovacco, di cui fa parte, sia nato nel 2017 e per il momento non ha nemmeno un solo deputato nell'assemblea nazionale.


Slovacchia, chi è Zuzana Čaputová, la paladina dell'ambiente che ha sconfitto gli euroscettici foto 1

Ansa |L'ex primo ministro slovacco Robert Fico

Le ragioni del successo

La sua ascesa politica viene attribuita al forte sentimento anti-establishment nel Paese, soprattutto nei confronti del partito attualmente al governo, i socialdemocratici dell'ex-premier Robert Fico. Fico si è dimesso nel marzo del 2018, in seguito a uno scandalo legato all'uccisione di un giornalista, Ján Kuciak, il quale si stava occupando di casi di presunta evasione fiscale commessi da parte di alcune figure vicino al partito di Fico. Si erano addirittura ipotizzati dei collegamenti con l'ndrangheta.

Čaputová ha saputo cavalcare quest'onda di indignazione, rappresentando la sua campagna elettorale come una crociata del bene contro il male (Il suo slogan era «Combattiamo insieme il male»). Ma la sua notorietà e la sua nomea come paladina della libertà e della giustizia ha origini più lontane.

Il premio nobel per l'ambiente

Nel 2016 Čaputová vinse un premio, noto come il Premio nobel per l'ambiente, per essere riuscita a mobilitare un'intera comunità nella sua cittadina di origine Pezinok per far chiudere una discarica tossica che inquinava l'ambiente e aveva messo a repentaglio la vita dei residenti.

Un'impresa che le è valsa il titolo dell'Erin Brockovich slovacca, in riferimento all'avvocatessa americana divenuta famosa in tutto il mondo per aver vinto la causa contro una compagnia energetica per la contaminazione delle acque della città di Hinkley in California. La seconda tornata elettorale è prevista per il 30 marzo, data in cui l'Erin Brockovich slovacca potrebbe diventare Presidente della Repubblica.

Leggi anche