Isoardi contro Salvini per la scorta negata al cuoco antimafia

La conduttrice durante la trasmissione La prova del cuoco si scaglia contro «chi ci governa» che dovrebbe tutelare chi è in prima linea contro la mafia come il cuoco Natale Giunta 

Non le manda a dire Elisa Isoardi. Durante la trasmissione La prova del cuoco, che conduce da questa stagione, l'ex fidanzata di Matteo Salvini si è scagliata «contro chi ci governa» e indirettamente contro il suo ex compagno. Ospite della puntata era lo chef siciliano Natale Giunta, da anni in prima linea per la lotta alla mafia e al pizzo, tanto da essere definito il cuoco-coraggio.

Nel 2012 Giunta denunciò e fece arrestare chi gli chiedeva il pizzo. Nonostante le minacce ricevute, gli era stata revocata la scorta. Una sentenza del Tar del Lazio del 21 marzo scorso ha ribaltato il verdetto che – ha spiegato Giunta in trasmissione – era arrivato «dal ministero dell'Interno».

A quel punto Isoardi ha commentato con un «Ah, ecco». E poi ha "sgridato" le istituzioni: «Non dobbiamo scordarci, e lo dico a chi ci comanda e chi ci governa, di queste persone».

Anche dopo il Festival di Sanremo la conduttrice televisiva aveva lanciato una "frecciatina" all'ex compagno. Commentando la classifica finale della rassegna canora, aveva scritto su Twitter: «Mahmood ha appena vinto il Festival di Sanremo. La dimostrazione che l’incontro di culture differenti genera bellezza. #top #culture». Posizione evidentemente opposta rispetto a quella espressa dal vicepremier.

https://twitter.com/statuses/1094397055433199616