La nuova passione di Steve Bannon? Alexandria Ocasio-Cortez

Il guru dell’internazionale sovranista ha elogiato il carisma e la determinazione della giovanissima deputata americana. Di cui comunque continua a non condividere le idee

Lui è Steve Bannon, ex stratega di Donald Trump nonché fondatore del sito Breitbart, "casa" della nuova destra americana che si riunisce dietro l'etichetta Alt-Right. Il 21 marzo è sbarcato a Roma per pubblicizzare la sua nuova iniziativa – The Movement – con la quale vorrebbe federare le destre in Europa e nel mondo, partendo proprio dalla Lega di Matteo Salvini.


Nonostante il suo ruolo da guru dell'internazionale sovranista, in un'intervista al quotidiano spagnolo El Pais, Bannon ha avuto parole d'encomio per Alexandria Ocasio-Cortez, la giovane deputata socialista americana, diventata uno dei volti più noti del suo partito.

«La adoro!»

«I love her!», ha esclamato Bannon. «Ha tutto quello di cui c'è bisogno per vincere. Determinazione, coraggio, tenacia», ha aggiunto. Soprattutto un curriculum anti-establishment: un anno fa Ocasio-Cortez lavorava come barista a Brooklyn.

Una volta eletta deputata, la più giovane di sempre, si è guadagnata la scena sia grazie ai suoi messaggi evocativi sui social media, sia per aver fatto sue alcune battaglie politiche importanti. Battaglie come quella per la salvaguardia del clima, racchiusa nel suo piano di investimenti nella green economy per contrastare le politiche pro-carbone di Donald Trump.

«Vorrei che fosse dalla nostra parte»

La sua tenacia e le sue credenziali anti-establishment sono, secondo Bannon, proprio quello di cui avrebbe bisogno il partito Repubblicano che tanto la vitupera. Si, perché il mito di Ocasio-Cortez si è costruito anche grazie agli attacchi subiti ripetutamente dai media conservatori, in particolare da Fox News, e da esponenti del partito repubblicano.

Un partito a cui servono, secondo Bannon, «più camerieri, e meno avvocati». Più Ocasio-Cortez, meno Hillary Clinton, si potrebbe dire: «Vorrei che fosse dalla nostra parte», conclude Bannon. Ma per quanto riguarda le idee della giovane socialista, Bannon non è altrettanto entusiasta: «È poco informata e fa molta confusione sulle cose che non conosce. Soprattutto in economia».

Leggi anche