Il documento russo per influenzare la politica europea: cosa dice l’inchiesta di «Der Spiegel»

Attraverso un documento ricevuto da Dossier Center, organizzazione fondata da un dissidente russo, Bbc, Der Spiegel e Repubblica hanno condotto un’inchiesta sui tentativi della Russia di creare una rete di supporto europeo per influenzare la politica estera dell’Europa a favore del Cremlino

Un'indagine congiunta su un documentocondotta dalla BBC, il quotidiano tedesco Der Spiegel e La Repubblica ha rivelato dei presunti piani della Russia di costruireuna rete di supporto politico europeo. Il documento, ricevuto daldal team investigativo del Dossier Center, organizzazione creata e finanziata da Mikhail Khodorkovskij, dissidente, oggi in esilio a Londra elenca una lista di partiti con cui il Cremlino ha cercato di costruire un'alleanza formale con alcuni partiti europei.

Per la Francia c’è solo quello di Marine Le Pen, per la Germania ce ne sono tre, tutti di estrema destra: Alternative für Deutschland (Afd), il Partito Nazional-democratico (Npd) e i Patrioti europei contro l’islamizzazione dell’Occidente (Pegida). Per l’Italia due: la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle.

Germania, i rapporti tra l'estrema destra e Mosca

A essere al centro dell'alleanza c'è anche il partito di estrema destra tedesca Afd, maggior forza di opposizione nel Bundestag. I rapporti tra il partito xenofobo e Mosca sono stati ricostruiti da Der Spiegel che ha ripercorso i movimenti del partito a partire dal 2017, anno in cui la mail incriminata sarebbe stata inviata a da Pjotr Grigorievich Premjak, ex politico e funzionario dell’intelligence russa oggi assistente di Viktor Shreyder, deputato di Russia Unita, a “Serghej Aleksandrovich”, responsabile del Dipartimento di politica estera della Presidenza.

Secondo Der Spiegel per gran parte della base del partitio dell'AfD, la postura anti-liberale, anti-americana e omofoba del Cremlino risulterebbe molto attraente per il partito tedesco. Così come la sua posizione molto critica nei confronti dell'Unione europeae della Nato.

La strategia per influenzare l'opinione pubblica

Il documento principale, scritto in russo, sembra essere un documento strategico che descrive i tentativi generali di influenzare l'opinione pubblica e i responsabili delle decisioni in tutta l'Ue su temi come la Crimea, l'Ucraina e le sanzionicontro la Russia. E proprio sull'Ucraina il partito tedesco ha puntato il dito contro l'Europa accusandola diaver provocato una «disastrosa escalation a causa della suapolitica estera poco chiaraed estremamente disomogenea».

L'ala più giovane dell'Afd, la JA, tramite il suo capo Markus Frohnmaier, ha cercato un'alleanza formale con la sua controparte russa. Robert Schlegel,un membro della Duma, il parlamento russo e un funzionario di spicco di Russia Unita, partito di Putin,ha discusso con Frohnmaier di un'unione per fermare«I movimenti euro-critici e sovrani che stanno guadagnando forza in tutto il continente europeo».

Il supporto per le campagne elettorali

Non è chiaro se il Cremlino abbia agito in base alle raccomandazioni contenute nel documento, e non ci sono prove che la Russia abbia fornito alcun "sostegno materiale" alla campagna di Frohnmaier, o di altri candidati ma alla fine del documento si legge qualcosa di molto specifico.Sotto la voce «elezioni al Bundestag», il documento nomina un candidato: Markus Frohnmaier dove si legge: «Possibilità di essere eletto al Bundestag: alto»,«Richiesto: supporto nella campagna elettorale». A questo segue una valutazione del valore potenziale del signor Frohnmaier a Mosca se eletto al parlamento tedesco: «Risultato: avremo il nostro MP assolutamente controllato nel Bundestag».