Europee, depositati i simboli dei partiti. Spunta anche il partito “Internettiano”

Tutti in fila davanti al Viminale per la registrazione dei simboli in vista delle elezioni del prossimo 26 maggio. Tra i primi a presentarsi il partito internettiano e Roberto Calderoli

È iniziato questa mattina alle 8 al Viminale il deposito dei contrassegni dei partiti e gruppi politici che intendono partecipare alle prossime elezioni del Parlamento europeo. I primi a presentare il simbolo sono i rappresentanti del partito Internettiano, in fila da due giorni. Ad arrivare subito dopo c'è Mirella Cece, rappresentante del simbolo Sacro Romano Impero: «Siamo monarchici, costituzionali, ministeriali», ha detto Cece in fila fuori dal Ministero dell'Interno.

Tra i primi ad arrivare anche Roberto Calderoli. Il vicepresidente della Lega si è presentato con il simbolo con cui il Carroccio ha partecipato alle scorse elezioni politiche.

Le operazioni si concluderanno alle 20 di oggi e riprenderanno dalle 8 e fino alle 16 di domani. Al momento sono 26i simboli che appaiono nella bacheca del Ministero dell'Interno, fuori dall'ufficio dove si deposita la documentazione. «Siamo contro l'Europa dell'austerity e dell'euro che è una moneta che ci sta portando al fallimento e alla rovina», afferma Francesco Miglino, rappresentato del Partito internettiano.«Noi riteniamo che internet non è uno strumento ma un universo», dichiara Miglino, in fila fuori dal Ministero dell'Interno per depositare il simbolo per le elezioni europee 2019.

Davanti al Viminale anche Simone DiStefano, il leader di CasaPound: «Non dovremo raccogliere le firme anche se ci eravamo già organizzati per questa eventualità – ha spiegato DiStefano- perché nel simbolo che abbiamo presentato c'è il richiamo all'Alleanza Europea Movimenti Nazionali (Aemn), che fa capo all'europarlamentare ungherese Bela Kovacs», ha chiarito il capopartito.

«Vogliamo andare a Bruxelles – ha continuato DiStefano- per portare quei temi abbandonati da Salvini e Di Maio. A partire dall'uscita dall'euro e dalla Ue, che riteniamo l'unico modo per riprenderci la nostra sovranità. Fuori da questa Ue che è una prigione c'è un mondo, l'Italia potrà essere il Giappone d'Europa». Alle elezioni europee del 26 maggioCasaPound si presenteràin alleanza con Destre Unite.

Tra i partiti che hanno depositato il simbolo anche Liga Veneta repubblica, Movimento La Catena, Democrazia cristiana, Movimento Politico Forconi, Destre unite Casapound, Aemn, Partito Pirata, L'Altra Italia, Movimento Poeti d''Azione, Lega Salvini Premier, Popolo della Famiglia, Alternativa Popolare, Federazione dei verdi, Movimento 5 Stelle, Popolari per l'Italia e Sudtiroler Volkspartei.