Imbrattata la sede di Bergamo della Lega. Salvini: «Violenti nazisti rossi»

La vetrata, e l’insegna sono state prese di mira con della vernice rossa. Poi anche una scritta sul marciapiede

A Bergamo, nella notte tra martedì e mercoledì, la sede cittadina della Lega è stata imbrattata con della vernice rossa. L'intera vetrata e l'insegna sono state cosparse di colore. Poi, sul marciapiede, è comparsa una scritta eseguita con gli stessi colori che riporta la frase «Salvini muori». La sede non è nuova a episodi di questo genere: già ad agosto del 2018 era successo qualcosa di simile

A dare la notizia sui canali social con tanto di foto è stato il ministro dell'Interno, Matteo Salvini che ha scritto: «Ecco come hanno ridotto stanotte la sede della Lega a Bergamo, con la scritta "Salvini muori" sul marciapiede. Vigliacchi, violenti, penosi, nazisti rossi. Più ci attaccate, più ci date forza», ha detto il leader del Carroccio.

E ha poi continuato ricordando che sarà in visita proprio a Bergamo, nella giornata di oggi, in vista delle elezioni amministrative di maggio: «Questa sera sarò proprio qui per incontrare e abbracciare i cittadini di Bergamo, proseguendo poi alle 20 a Grumello del Monte e alle 22 a Zanica». Infine ha concluso dicendo: «Il sorriso non ce lo toglieranno mai».

Leggi anche