Sono morti centinaia di scrutinatori durante le elezioni indonesiane? Si…

di David Puente

Un dato a dir poco assurdo! Centinaia di scrutinatori morti durante il conteggio dei voti a seguito delle elezioni indonesiane del 17 aprile 2019, ma è tutto tristemente vero

La storia è assurda, da non crederci. Diverse testate giornalistiche internazionali, ma anche Open, riportano che in Indonesia sarebbero morti oltre 270 scrutinatori durante il conteggio dei voti delle elezioni del 17 aprile 2019. Per una popolazione che conta circa 264 milioni di persone distribuite per l'enorme arcipelago, dei quali circa 187 milioni aventi diritto al voto, potete soltanto immaginare quante sono le schede compilate per scegliere il Presidente, il vice Presidente e i membri dell'Assemblea popolare nello stesso giorno, non a caso sono state definite dai media locali come le «elezioni più complesse al mondo». I morti ci sono stati per davvero, tanto che il candidato Presidente Joko Widodo ha espresso il suo cordoglio in un tweet del 23 aprile 2019, ma era soltanto l'inizio:

Sono morti centinaia di scrutinatori durante le elezioni indonesiane? Si... foto 1

Il 20 aprile 2019 il sito di fact-checking aveva pubblicato un articolo dove venivano riportate le prima 12 vittime accertate nella provincia del West Java, con nomi e le cause del decesso. Persone deboli, con problemi cardiaci o ferite, mentre il Presidente di uno dei seggi elettorali era morto in un incidente stradale. Il più giovane della lista aveva 28 anni che prima di morire lamentava nausea, mentre il più anziano aveva 64 anni. Il numero dei morti aumenterà di giorno in giorno, il 22 aprile risultavano già 91 fino a toccare i 144 decessi appena due giorni dopo. Da questa vicenda sono stati diffusi tre hashtag: #PahlawanPemilu, #IndonesiaElectionHeroes e #KPUJanganCurang.

Migliaia di cittadini coinvolti durante le elezioni si trovavano in condizioni disagiate, sfruttati da diversi giorni senza sosta, diritti e assicurazione sanitaria nonostante la legge perché molti venivano considerati «volontari». Tutto questo per un compenso di 550 mila rupie per il ruolo di Presidente di seggio e 500 mila per gli scrutinatori, al cambio attuale circa 31 euro e 58 centesimi, in un paese dove il salario minimo annuale è di circa 2 mila euro. Lo Stato si appresta, visto quanto accaduto, a risarcire le famiglie delle vittime con un indennizzo da 16 a 26 milioni di rupie, circa 2.200 euro.

Sono morti centinaia di scrutinatori durante le elezioni indonesiane? Si... foto 2

A rendere ancora più ufficiale e documentata la tragedia, l'account Twitter ufficiale della commissione elettorale ha diffuso, a partire dal 23 aprile 2019, un vero e proprio «bollettino di guerra» con i numeri dei decessi divisi per seggio elettorale. L'ultimo è stato condiviso il 25 aprile 2019, con tanto di hashtag #IndonesiaElectionHeroes e 

Sono morti centinaia di scrutinatori durante le elezioni indonesiane? Si... foto 3

Oltre ai morti ci sono oltre 800 scrutinatori ammalati e/o ricoverati presso i centri ospedalieri locali. Su Twitter, e su alcune testate giornalistiche del continente oceanico, vengono pubblicate le foto dove vengono visitati alcuni di loro dagli ufficiali statali:

https://twitter.com/statuses/1120920363548823554

 

Elezioni in Indonesia, 272 scrutatori muoiono per la fatica