Aereo a fuoco, atterraggio di emergenza a Mosca: 41 morti

All’aeroporto Sheremetyevo di Mosca un aereo Sukhoi Superjet della Aeroflot costretto ad atterrare a causa di un incendio a bordo

Un aereo Sukhoi Superjet della Aeroflot, la maggiore compagnia commerciale russa, ha preso fuoco con a bordo 78 passeggeri e cinque membri dell’equipaggio. Le fiamme hanno continuato ad avvolgere il velivolo mentre i piloti eseguivano l’atterraggio di emergenza. Il volo era diretto da Mosca a Murmansk, al confine con la Norvegia.

https://twitter.com/statuses/1125100498791616512

 

Inizialmente alcuni funzionari, intervistati dalle agenzie, avevano dichiarato che tutti i passeggeri erano al sicuro. Adesso, però, fonti ufficiali russe e media locali parlano di 41 morti e una decina di feriti. Dei viaggiatori in aeroporto hanno ripeso l’incidente dai cellulari. Le cause dell’incendio sono ancora sconosciute.

Svetlana Petrenko, una portavoce del Comitato Investigativo russo, ha affermato in un comunicato che solo 37 dei 78 passeggeri erano sopravvissuti, il che significa che 41 persone hanno perso la vita. Il comitato ha affermato che sta esplorando la possibilità che i piloti abbiano commesso degli errori, mentre alcuni passeggeri hanno attribuito l’incidente ai fulmini che hanno colpito l’aereo. 

Citando una «fonte informata», l’agenzia stampa Interfax ha riferito che l’evacuazione dell’aereo è stata ritardata da alcuni passeggeri che hanno insistito per prendere i bagagli con sé. 

Leggi anche: