L’ammissione di Salvini: «Col movimento 5 stelle siamo divisi su tutto»

Il vicepremier lo ha detto in un’intervista al programma Matrix. 

«Mi sembra evidente che con M5s ci sia una spaccatura su Siri e non solo su questo. C’e’ una differenza di vedute sulla Tav, sull’Autonomia, sull’immigrazione». Lo ha detto il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini durante la registrazione di Matrix, su Canale 5, parlando della differenza di vedute con il M5s sul caso Siri. Per Salvini, «alla gente che sta a casa non interessa questo dibattito ma le cose da fare. A me mi pagano per fare le cose».

Sempre durante la trasmissione televisiva Matrix, Salvini sul caso del sottosegretario indagato per corruzione, ha chiarito a proposito della posizione che terrà il Carroccio durante il consiglio dei ministri previsto per domani mercoledì 8 maggio: «Se domani votano, noi votiamo contro e poi si continua, si va avanti» e «per altri quattro anni perché c’e’ tanto ancora da fare».

Ha poi aggiunto: «Domani andrà come andrà, per me se uno sbaglia paga però in Italia non si possono fare processi fondati sul nulla se non c’e’ uno straccio di prova». Sulle spaccature interne al governo, che sembrerebbero arrivate a un punto di rottura,ha però chiarito: «Siamo tutti nelle mani del buon Dio ma grazie alla volontà della Lega e di Salvini continuerà ad esserci il governo anche per i prossimi anni».

Leggi anche