Nella rossa Capalbio alle europee vince Salvini

La metà degli elettori della “Piccola Atene” hanno preferito la Lega nelle elezioni per il Parlamento Europeo. Ma alle amministrative la spunta una lista civica

L’onda leghista travolge anche una delle roccaforti toscane della sinistra. Nelle elezioni europee a Capalbio, la Lega di Matteo Salvini ha portato a casa quasi la metà delle preferenze: 1.132 cittadini, il 47% dei votanti, hanno barrato il simbolo della Lega. Meno della metà hanno preferito il PD (514 votanti, pari al 21,5%), e ancor meno hanno scelto il Movimento 5 Stelle (solo 290 elettori, 12%).

Alle elezioni comunali, però, la “Piccola Atene” ha optato per una trasformazione meno radicale. Nonostante le previsioni di Salvini ad aprile, che su Twitter aveva scritto «Dramma per i radical-chic di tutta Italia, la loro mitica Capalbio potrebbe addirittura vincere un sindaco delle Lega». Invece, a spuntarla è stata la lista civica “Adesso per Capalbio”.

Il nuovo sindaco sarà Settimio Bianciardi, ex PD, eletto con il 36% delle preferenze. In corsa anche “Vivere Capalbio” di Luigi Bellumori, candidato appoggiato dal PD, e Valerio Lanzillo della lista “La nostra Capalbio”, appoggiata invece dal centrodestra.

«Ci siamo sbarazzati del centrodestra e del centrosinistra», ha detto Bianciardi. «È un bel successo ma ora è il tempo dell’unione e del rilancio, Capalbio ha tante potenzialità da sfruttare ma è caduto talmente in basso che se i cittadini non si mettono in testa che devono restare uniti non riusciremo a risollevare questo comune». A recarsi alle urne per le amministrative sono stati il 78,32% degli elettori, contro l’80,82% dei votanti per le europee.

Leggi anche