Di Maio contro il Ministro Tria: «Basta austerità, basta tagli. Non esiste!»

Ma su Facebook alcuni utenti criticano il vicepremier: «Pensavo fosse la pagina fake. Cosa le dici a fare a noi queste cose?»

Luigi Di Maio su Facebook si è scagliato contro Giovanni Tria, pur non conoscendo il contenuto della presunta lettera che il ministro dell’Economia avrebbe scritto all’Unione Europea. «Apprendo che prevede tagli alla spesa sociale, alla sanità, a Quota 100, al reddito di cittadinanza. Ma stiamo scherzando?» scrive Di Maio.

«Al governo Monti non si torna»

Poi aggiunge: «Lo dico chiaramente: al governo Monti non si torna. Basta austerità, basta tagli, di altre politiche lacrime e sangue non se ne parla. Non esiste!». Secondo il vicepremier «è utile fare un vertice di maggioranza con la Lega» insieme al presidente del consiglio Giuseppe Conte e al ministro Tria così da «sistemare insieme questa lettera prima che qualcuno la mandi a Bruxelles».

Critiche su Di Maio

Alcuni follower però hanno criticato il post di Luigi Di Maio. «Pensavo fosse la pagina fake. Cosa le dici a fare a noi queste cose? Stai governando tu o un tuo sosia?», scrive un utente mentre un altro si chiede «come può essere che un vicepremier non sappia nulla». E ancora: «Come può un vicepremier non leggere una lettera prima di essere mandata? Ci sei o ci fai? Dimettiti». «Serve che ti inviamo il numero di telefono di Salvini e Conte?». Discuti con loro, chiama, convoca e parla…. basta con questi post».

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, però, ha smentito tutto: la lettera non è ancora stata inviata all’Ue e i contenuti trapelati non corrisponderebbero al vero. «La versione che è stata anticipata dagli organi di informazione non è quella che in questo momento è in visione al presidente Conte» fanno sapere fonti di Palazzo Chigi.

Leggi anche: