Laura Castelli getta benzina sul fuoco tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini

Il viceministro M5s nega di voler fare polemica contro la Lega. Il suo intervento però piomba in un clima già rovente sul tema dei conti dello Stato

Alle richieste sempre più insistenti del vicepremier Matteo Salvini di anticipare la manovra a prima della pausa estiva, ha risposto il viceministro dell’Economia, la grillina Laura Castelli: «Nessuno ha ancora visto nel dettaglio il piano della Lega sulla flat tax».


«Nessuno ha ancora visto le coperture – ha aggiunto il viceministro all’Ansa – non le conosciamo o almeno io in modo ufficiale non ho ancora ricevuto nulla, ma non lo dico con vena polemica, anzi. Siamo fiduciosi che la Lega le presenti – ha chiarito – Sono 15 miliardi, non sono pochi, ma se la Lega per un anno ha detto che si può fare, non abbiamo motivo per pensare il contrario».

L’interrogativo su: «Dove trovano i soldi?» rimbalza ormai in ogni dichiarazione dal fronte grillino. Aveva cominciato Alessandro Di Battista già a Otto e mezzo su La7 la scorsa settimana, seguito in giornata da Luigi Di Maio che, preoccupato dalla procedura d’infrazione della Commissione Ue che incombe sui conti italiani, ha ripetuto: «Ancora non conosco le coperture della flat tax».

Dalla spiaggia di Milano Marittima gli ha risposto Salvini, che dai microfoni di Skytg24 a torso nudo ha provato a rassicurarlo: «Sono già stati trovati almeno 15 miliardi. L’Europa non esageri parlando di infrazione, multe commissari. Taglierò le tasse, qualunque cosa accada».

Leggi anche: