Casa Bianca in lockdown, l’allarme dai giornalisti bloccati all’interno: trovato un pacco sospetto

«Siamo letterlamente chiusi dentro», comunicano i giornalisti

La Casa Bianca è stata messa in stato d’allerta e blindata nella mattinata di lunedì 24 giugno. A riportare la notizia sono i giornalisti e i reporter presenti nell’edificio, arrivati alla sede del presidente del Governo Americano per una conferenza stampa – la prima in 100 giorni.

I Servizi Segreti USA hanno comunicato che il provvedimento è stato preso dopo un incidente attorno a un sospetto pacco lasciato a Pennsylvania Ave. «Il traffico pedonale è stato chiuso lungo la via, tra la 15esima e la 17esima strata, inclusa Lafayette Park». Dopo accurati controlli, i Secret Service e la polizia hanno dichiarato sicuro il pacco, riaprendo l’area al passaggio pedonale.

«Siamo letteralmente chiusi dentro», ha scritto Megan Pratz, reporter di Cheddar. «Non possiamo vedere molto ma gli ufficiali dei Servizi Segreti stanno correndo nel prato».

«La Casa Bianca è in lockdown, ancora», ha twittato Steven Nelson, giornalista del Washington Examiner. «Motivazione sconosciuta. La settimana scorsa, qualcuno aveva lasciato una borsa sulla Pennsylvaia Avenue».

Leggi anche