Da Temptation Island al carcere, Alessio Bruno condannato per spaccio: «La mia nuova fidanzata guadagna più di me»

Il 31enne è stato condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere e al pagamento di una multa di 14mila euro

Dai riflettori della tv al carcere per vendita di droga. È questa la parabola discendente che ha visto come protagonista l’ex concorrente di Temptation Island Alessio Bruno. L’uomo è stato processato in direttissima ed è stato condannato a due anni e otto mesi di carcere, oltre a ricevere un’ammenda di 14mila euro. Durante il processo Bruno ha spiegato che avrebbe iniziato a spacciare «da circa un mese, perché la mia nuova fidanzata guadagna di più».

Bruno, di professione influencer, è stato fermato dagli agenti della squadra mobile di Roma con 20 grammi di cocaina, pronta per essere spacciata. L’ex concorrente di Temptation Island è stato dunque arrestato dalla polizia ed è stato processato per direttissima con l’accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti. 

Alessio Bruno aveva inoltre spostato il proprio domicilio in una casa popolare occupata abusivamente, adibita poi a deposito di stupefacenti. Nella casa dell’uomo, durante le perquisizioni, la polizia ha ritrovato 5mila euro in contanti e altra cocaina. 

Dopo il reality nel 2017 e dopo aver chiuso il rapporto con l’allora fidanzata Valeria Bigella, Bruno ha intrapreso una relazione con Eleonora D’Alessandro, modella, presentatrice tv ed ex concorrente di Miss Universo. 

Leggi anche