Sgombero del centro sociale Xm24 a Bologna, ruspe in azione, gli attivisti chiedono rinforzi – Il video

Lo stabile in zona Bolognina è autogestito da 17 anni, ma la convenzione col Comune è scaduta nel 2016 . Salvini: «Molto bene: ordine, legalità e democratiche RUSPE!»

È iniziato alle prime luci dell’alba lo sgombero del centro sociale occupato Xm24, un ex mercato ortofrutticolo in via Fioravanti 42 a Bologna, in zona Bolognina. Polizia e carabinieri, in tenuta antisommossa, si sono presentati all’esterno dell’edificio alle 5.30 del mattino e, dopo aver aperto una rete, si sono introdotti all’interno dello spazio autogestito con una ruspa che ha progressivamente iniziato ad abbattere alcune barricate.

Sia all’interno che all’esterno dell’edificio di Via Fioravanti si sono radunati degli attivisti che hanno tentato di opporsi allo sgombero. Alcuni di loro sono anche saliti sul tetto dello stabile per difenderne l’occupazione.

Lo spazio era stato dato in concessione temporanea 17 anni fa, dall’allora sindaco Giorgio Guazzaloca a gruppi di attivisti per organizzare attività di rilevanza socio-culturale in spazi sicuri, anche in un’ottica di riqualificazione urbana della periferia bolognese.

Tuttavia nel 2016 è scaduta la convenzione con il Comune, e gli attivisti non hanno abbandonato i locali dell’ex mercato ortofrutticolo. Il 25 luglio è scaduto il termine ultimo imposto dal comune di Bologna per liberare gli spazi che, in futuro, verranno utilizzati per la realizzazione di 10 appartamenti di co-housing.

E – malgrado la partecipata manifestazione per il centro di Bologna per richiamare l’attenzione dei concittadini sull’annunciato sgombero e nonostante le proteste degli attivisti in consiglio comunale – l’operazione pare essere destinata a concludersi per lasciare spazio, come spiegato dal sindaco Merola, «alle case destinate all’housing sociale». 

Il messaggio del ministro dell’Interno

Nel corso dello sgombero, il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha pubblicato un post con cui mostra i dettagli dell’operazione partita all’alba del mattino. «Molto bene, la musica è cambiata – ha commentato -: ordine, legalità e democratiche RUSPE!»

L’appello degli attivisti sui social

Un presidio di manifestanti e attivisti è presente sul posto e sui canali social ha lanciato un appello: «Tutte e tutti i solidali sono invitati a venire in supporto di Xm24. Portate la vostra fantasia e creatività contro il nulla che avanza!».

Leggi anche:

Fonte video: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev