Ahia Ancelotti, James è sempre più lontano: si rompe Hazard, Zidane blinda il colombiano

L’infortunio del belga e quello del lungodegente Asensio spingono il colombiano e Bale verso la permanenza a Madrid. Parola di Zizou

L’infortunio di Hazard, alla vigilia della prima gara di Liga sul campo del Celta Vigo (lesione alla coscia sinistra), mette ulteriore benzina sul fuoco sacro che sta animando James Rodriugez nelle ultime due settimane; con un piccolo particolare: il colombiano sta volando verso la riconferma con il Real Madrid.

Zidane e la tienda

Con Hazard (costato da solo 150 milioni di euro) k.o. probabilmente per un mese abbondante e Asensio che andrà per le lunghe, Zidane si ritrova con mezzo attacco fuori uso. Vero è che la plantilla è profonda, ma gli spifferi e gli uccellini (non tanto cordiali) cinguettano che il francese abbia bocciato Jovic e non sia totalmente convinto di Vinicius.

Messa così, la rosa diventa molto più corta e, per l’effetto, bisognosa di James, oltre che di Bale: ‘James è in forma e sono contento di averlo in gruppo – dice Zidane in conferenza – Bale? Sembrava fosse in uscita e invece è qui con noi. Le dinamiche cambiano, io conto su di lui.

Se non bastasse, dall’interno del vestuario madridista spuntano le voci dei giocatori secondo cui sarebbe ‘Una pazzia vendere un giocatore così tecnico’. Altro indizio: negli stores ufficiali del Real si vende regolarmente la 16 del colombiano. E il marketing, a certi livelli, va oltre la prova indiziaria.

Adl irremovibile

E ora, a meno di clamorosi colpi di scena e rilanci improbabili, Carlo Ancelotti è lontanissimo dal suo pupillo, al quale aveva addirittura telefonato per tranquillizzarlo sulla trattativa col Napoli. Che, però, per esplicita volontà di Adl ha sempre puntato sul solo prestito con diritto di riscatto per James. Posizione ferma, tempo passato: e, probabilmente, Ancelotti senza il suo 10 preferito.

Foto di copertina James / Ansa

Leggi anche: