Jesolo, ritrovato senza vita il ragazzo che si era tuffato da un pedalò

Per il Ferragosto erano previsti i fuochi d’artificio ma lo spettacolo è stato rimandato a sabato sera in segno di lutto

Il corpo senza vita di un giovane di 23 anni è stato ritrovato al largo delle acque di Jesolo – in provincia di Venezia – dopo che ieri, 15 agosto, si era tuffato in mare da un pedalò senza però mai riemergere.

Il cadavere è stato recuperato dai vigili del fuoco, che subito dopo l’allarme avevano avviato le ricerche. Per la giornata di Ferragosto erano previsti festeggiamenti e fuochi d’artificio ma lo spettacolo è stato rimandato a sabato sera in segno di lutto.

Sempre ieri, dopo ricerche senza sosta, sono stati trovati morti due ragazzini di 11 e 14 anni – di origine cinese ma nati in Italia e residenti a Montesilvano, in provincia di Pescara – dispersi in mare in Abruzzo. È accaduto nella stazione di Tollo, a Ortona, nel Chietino.

I corpi sono stati rinvenuti dai sommozzatori dei carabinieri e dei vigili del fuoco su una scogliera frangiflutti, in due punti distinti, ma a pochi metri di distanza uno dall’altro.

Leggi anche: