Napoli, disperso un ragazzo francese. Le sue ultime parole: «Sono caduto da una scogliera, le mie gambe sono rotte»

Ieri, 15 agosto, è stato diffuso l’appello ai microfoni dell’emittente radiofonica Rtl

Simon Gautier è un ragazzo di 27 anni. È partito dalla Francia alla volta dell’Italia per fare un viaggio. Qui, l’8 agosto, ha intrapreso un’escursione in solitaria intorno a Policastro, zona a sud di Napoli.

Trascorso un giorno dall’inizio dell’escursione, ha contattato i genitori al telefono, dicendo: «Sono caduto da una scogliera, le mie gambe sono rotte, aiutami, vedo il mare ma non so dove sono». Da allora di lui non si è saputo più nulla.

I genitori hanno deciso di spostarsi in Italia per chiedere aiuto e aiutare nelle ricerche del giovane. Ieri, 15 agosto, è stato diffuso l’appello ai microfoni dell’emittente radiofonica Rtl: «Abbiamo bisogno di aiuto».

Le ricerche

Le ricerche sono cominciate da sette giorni. Sono solo dodici i vigili operanti che posso accedere alla zona di interesse. La madre di Simon ha chiesto a Francia e Italia di «inviare vigili del fuoco addestrati in alta montagna» e «speleologi». «Ci vogliono molte più squadre di così», ha insistito.

Sul posto sono accorsi anche alcuni amici del giovane per dare una mano. Nulla però sembra essere sufficiente per la madre di Simon che ha dichiarato: «Anche con la migliore volontà del mondo, le squadre sul posto non possono coprire l’intera area».

Leggi anche: