Domenico Modugno: Fabio Camilli è suo figlio. Lo ha stabilito la Cassazione

Adesso Camilli dovrà ricevere la stessa quota di diritti d’autore dei fratelli e quella degli anni trascorsi dalla morte del cantante

Fabio Camilli è figlio di Domenico Modugno e a stabilirlo è stato il Tribunale di Roma dopo 20 anni di battaglie legali. La storia ha avuto inizio dopo la morte del cantante e di Romano Camilli, considerato il padre biologico di Fabio: la madre, Maurizia Calì – la “bellissima Kalì” di Pasqualino maragià, uno dei tanti successi di Modugno – ha svelato il segreto che custodiva dagli anni ’60.

Camilli sarebbe nato da una relazione tra Modugno e la Calì, che ai tempi lavorava come coreografa. Da allora, da quando Camilli è venuto a conoscenza della verità su chi fosse suo padre, è iniziato un lungo iter legale, anzi una vera e propria battaglia durata 12 anni tra lui e i figli “ufficiali” di Modugno, che a tutti gli effetti sono fratelli di Fabio, e che non volevano che gli venisse riconosciuto lo status di figlio.

Una condizione – quella di figlio biologico – di cui dovranno tener conto sia l’anagrafe che la Siae. Il 14 gennaio scorso era già arrivato il verdetto della Cassazione che convalidava il disconoscimento di paternità del genitore “legittimo” di Camilli, Romano Camilli.

Ora quindi i tre figli nati dal matrimonio con Franca Gandolfi – Marcello, Marco e Massimo – su sentenza del Tribunale di Roma avranno un fratello: Fabio Camilli. L’uomo è un volto noto di film e fiction ed è nato a Roma nel 1962 dalla relazione del cantante di Polignano a Mare con Maurizia Calì, coreografa del teatro Sistina sposata con Romano Camilli, collaboratore di Garinei e Giovannini.

La prova definitiva è arrivata dopo l’esame del dna eseguito sulla salma del cantante. Adesso a Camilli spetteranno non solo tutti i diritti d’autore che ogni anno la Siae corrisponde agli altri figli di Modugno e alla vedova, ma anche quelli degli anni trascorsi da quando il cantante pugliese è morto. 

In copertina: Domenico Modugno e suo figlio, Fabio Camilli | Ansa

Leggi anche: