Gran Canaria, l’isola avvolta dalle fiamme: evacuate 8mila persone, incendio devastante

Le fiamme hanno bruciato oltre 3.000 ettari di vegetazione, ma la situazione non è ancora sotto controllo

Circa 8000 persone, tra cui molti turisti, sono state evacuate dall’Isola di Gran Canaria, in Spagna, a causa di un vasto incendio che da sabato sta divorando la vegetazione dell’isola sull’Atlantico.

Le fiamme sono inizialmente divampate vicino la cittadina di Valleseco, per poi estendersi nella regione montuosa di Cruz de Tejeda. Il fronte principale dell’incendio è nel parco naturale di Tamadaba, una zona di 7.500 ettari all’interno di un’area dichiarata dall’Unesco Riserva della Biosfera. 

Per cercare di spegnere le fiamme sono al lavoro più di 700 persone, tra  vigili del fuoco, militari e volontari, e coadiuvate da nove elicotteri e due aerei.

Angel Victor Torres, presidente delle Isole Canarie, ha amaramente parlato di «danno ambientale già avvenuto» in un territorio «estremamente feroce» e «instabile». «Stiamo affrontando una situazione complessa nella quale la sicurezza delle persone è la priorità», ha dichiarato Torres. 

Foto copertina: Ansa/EPA/Angel Medina

Leggi anche: