Neymar, ecco l’offerta finale del Barcellona (con un timore grande). E la Juve sonda Suarez

Fitta trama di mercato tra Parigi, Torino e la Catalogna. Cifre e strategie per gli ultimi colpi

Si è capito, si intuiva. Era più che altro chiaro. Sono le ore di Neymar, il brasiliano infelice del Psg, in uscita da Parigi. In entrata, ancora non si sa. Dopo le pesanti indiscrezioni rilanciate ieri sera dal Brasile, e che non hanno, però, trovato grandi riscontri, su un possibile inserimento della Juventus, arriva l’offerta finale del Barcellona per riportare a casa O’ Ney.

I conti e l’obbligo

Deve far quadrare i conti il Barca. Nelle casse e in attacco, dove numericamente Valverde si trova d’un tratto senza Dembelé (fuori per un mese e mezzo) e Coutinho, volato al Bayern Monaco. Anche per questo Bartomeu ha convocato una riunione urgente al termine della quale il Barca ha partorito la sua offerta finale: prestito oneroso intorno ai 20 milioni e opzione di acquisto da 150 milioni di euro da esercitare a giugno 2020, quando nel contratto di Neymar scatterà una clausola di uscita da 170 milioni di euro.

Emerge, per quanto riferito da Mundo Deportivo, un ulteriore dettaglio. Il Barcellona avrebbe offerto l’opzione di acquisto, e non l’obbligo, perché preoccupato dai continui infortuni patiti ultimamente da Neymar, e sempre alla caviglia.

Ansa

Juve blaugrana

La Juve, suggestione Neymar a parte, completa il triangolo con Psg e Barcellona, lavorando per Dybala a Parigi e chiedendo ai blaugrana la giovane stella Miranda. Ne abbiamo già parlato ieri quando, secondo la ricostruzione di Tuttosport, Paratici avrebbe approfittato del summit col Barcellona per proporre uno scambio Rakitic-Emre Can, oltre che per chiedere informazioni su Luis Suarez.


L’uruguaiano, addentatore di Chiellini ma ancor prima bomber di razza, piace molto. Ma la preferenza della Juve, anche in virtù dei 32 anni di Suarez, si chiama Mauro Icardi.

Foto di copertina Ansa