Bayern, Coutinho ufficiale e senza saldi. Il Psg ‘congela’ Neymar

I tedeschi pagano 8,5 milioni di euro di prestito, ma si sobbarcano uno stipendio da 12 milioni. E Tuchel lancia segnali su O’ Ney

Arrivederci e grazie. Non sono questi i toni (ma il sunto sì) con i quali il Barcellona saluta il trasferimento di Coutinho al Bayern Monaco. Le cifre dell’operazione sono potenzialmente da star, anche se i 21 gol in 76 presenze del brasiliano sono considerati sufficienza e non oltre nel tempio del Camp Nou.

Le cifre

Coutinho va in Germania in prestito con opzione (non obbligo) di acquisto. La stessa formula utilizzata dal Bayern per usufruire nelle ultime due stagioni (con scarsi risultati su scala europea) di James Rodríguez dal Real Madrid.

Il Barcellona, che aveva tirato fuori 120 milioni più altri 40 di bonus per prelevarlo dal Liverpool (pare ne siano scattati solo 15 su 40), intasca subito 8,5 milioni di euro e ne potrebbe incassare altri 120 se a fine stagione il Bayern Monaco dovesse decidere di esercitare l’opzione di acquisto.

Niente saldi, però. A fronte del prestito, neanche tanto oneroso, i campioni di Germania pagheranno tutto l’ingaggio del brasiliano, circa 12 milioni di euro netti a stagione.

Tuchel e Neymar

Coutinho, che piaceva al Psg, non può più dunque essere l’argomento su due piedi che il Barcellona voleva offrire ai francesi per arrivare a Neymar. E la sconfitta nella seconda giornata di Ligue 1 contro il Rennes ha irrigidito il Psg e, soprattutto, il suo allenatore. Tuchel è stato chiarissimo: ‘Se non arriva prima il sostituto, Neymar non parte’. Tra i papabili c’è Dybala che, però, ha altre idee (bianconere) per la testa.

Foto di copertina Coutinho / Ansa