Simulano un incidente d’auto con un cinghiale, ma era congelato: denunciati per truffa

A incastrarli gli organi interni dell’animale, che erano ancora freddi

Succede in Sardegna, lungo la Castelsardo-Santa Teresa Gallura, all’altezza di Vignola Mare, dove due cittadini di Sorso (Sassari) avrebbero utilizzato un cinghiale congelato per simulare un incidente stradale. L’obiettivo? Ottenere il risarcimento dei danni.

Indagati per truffa aggravata

I due sono indagati dalla Procura di Tempio Pausania e dovranno rispondere di truffa aggravata ai danni della Regione, come ricostruisce L’Unione Sarda. Rischiano la reclusione da uno a cinque anni oltre a una multa da 309 a 1.549 euro.

Come sono stati scoperti

A incastrarli gli organi interni dell’animale, che erano ancora freddi, e la perizia di un veterinario dell’assicurazione intervenuto sul posto.

L’animale, infatti, presentava delle ferite per nulla compatibili con quelle di un incidente, così come descritto dai due indagati. A non convincere era stato soprattutto un grosso taglio sotto il collo. Deciso l’intervento del veterinario: gli organi dell’animale era stati in gran parte congelati.

Al momento dell’incidente, quindi, il cinghiale era già morto. Ne consegue che la ricostruzione dei due indagati – il mammifero sbucato improvvisamente dalla vegetazione – non potesse essere credibile.

Leggi anche: