Catania, schianto fatale per 4 giovani. Il sospetto: nessuno aveva le cinture

I ragazzi, tutti under 30, erano di rientro all’alba dopo una serata in discoteca. In prognosi riservata il conducente del veicolo

Stava per sorgere il sole quando la Seat Leon sulla quale erano a bordo Lucrezia Diolosà Farinato, 28 anni, Salvatore Moschitta, 20, Manuel Petronio, 17, e Erika Germana Bozza, 15, si è schiantata sulla strada statale 121 tra Catania e Paternò. Nell’impatto violentissimo contro lo spartitraffico centrale, i quattro giovani sono morti sul colpo. Secondo quanto riporta l’Adnkronos, risulta che nessuno di loro indossasse la cintura di sicurezza.

I ragazzi erano di ritorno da una serata in discoteca: alla guida un 40enne che ha perso il controllo del veicolo poco prima delle 5:00 di mattina del 13 ottobre. L’uomo è in prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro di Catania. Il conducente, l’unico a salvarsi, era il convivente della ragazza di 28 anni.

Tra le giovani vittime, alcune sono rimaste incastrate nelle lamiere, altre sono state sbalzate fuori dall’abitacolo che si è letteralmente spezzato in due: la parte posteriore della Seat Leon si è staccata ed è finita sulla linea ferrata della Ferrovia Circumetnea.

L’incidente è avvenuto nel territorio di Belpasso, all’altezza dello svincolo della zona industriale di Piano Tavola. Erano di ritorno da una serata nella discoteca Banaker di Aci Castello. Adesso i carabinieri della compagnia di Paternò stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Leggi anche: