Eliana Albertini, la ragazza che racconta la provincia con i fumetti

Il suo “Malibu” è ambientato in un posto specifico, da qualche parte vicino a Rovigo. Un luogo fatto di tante storie diverse che lo rendono tremendamente simile a tutte le province italiane

Cavalcavia. Strade statali che attraversano piccole città. L’auto, necessaria per ogni spostamento. E poi le celebrazioni nelle parrocchie, le anziane con la pelliccia, le famiglie che si conoscono da tutta una vita.

È l’Italia delle province, un Italia che nelle sue differenze continua ad assomigliarsi. Un mondo che Eliana Albertini ha deciso di raccontare nel suo Malibu. Noi di Open l’abbiamo incontrata al Lucca Comics 2019.

Eliana nasce nel 1992 e vive nella provincia di Rovigo, tra i centri attorno al delta del Po. Ha vinto il premio speciale “Nuove strade” al Comicon, come miglior talento del 2018. Il suo esordio nelle graphic novel è stato con una biografia: Luigi Meneghello, apprendista italiano. È la storia di un uomo dalle tante vite: partigiano, scrittore e accademico italiano.

Con Malibu Eliana torna nella sua provincia. È un racconto asciutto, a tratti ironico, a tratti freddo e terribile. Tutto in bianco e nero. Un racconto dove non c’è solo una storia da disegnare ma le tante che compongono quell’intreccio di vite, sogni e frustrazioni che si possono incontrare solo spostandosi dalle grandi città.

Leggi anche: