Due accoltellati sul treno Frecciarossa. L’aggressore fermato a Bologna

L’addetto alla pulizia a bordo ha aggredito una donna. Pare che fosse la sua ex compagna

Ci sono due feriti, un uomo e una donna, nell’aggressione a coltellate avvenuta questa mattina, 7 novembre, su un treno Frecciarossa, poi fermatosi a Bologna. I feriti sono entrambi italiani, così come il responsabile dell’episodio, bloccato dalla Polizia Ferroviaria.

Inizialmente si era saputo solo della donna, colpita con varie coltellate mentre si trovava a bordo di un treno che si muoveva da Torino a Roma: le sue condizioni sono gravi, è stata portata via intubata. L’aggressore è stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna, grazie anche alla collaborazione di alcuni viaggiatori. Il treno è ancora fermo per i rilievi della Scientifica.

Dalle prime ricostruzioni, pare che l’aggressore sia uno degli addetti alla pulizia dei vagoni, non è chiaro se conoscesse la donna. Era lei l’oggetto dell’aggressione avvenuta poco dopo le 10.30, tra le stazioni di Reggio Emilia e Bologna. L’altro ferito ha cercato si salvarla.

Il treno, AV 9309, è rimasto fermo a Bologna per consentire l’intervento di personale sanitario e degli agenti della Polfer. I passeggeri a bordo sono stati trasferiti su altri convogli e il Frecciarossa, una volta concluse le operazioni, è stato portato verso il deposito.