Meloni contro Report, Ranucci la sfida: «Ci quereli». Lei dribbla: «Se perdete, pagano gli italiani»

La leader di Fratelli d’Italia difende la comunicazione social del suo partito, il programma televisivo la verità del suo servizio

Tra conferenze stampa e trasmissioni, continua la polemica tra Giorgia Meloni e Report, esaurita a colpi di Tweet. Il motivo scatenante ormai è noto – le anomalie dei seguaci social della politica, come la loro sostanziale identità con i follower di Trash Italiano, una pagina Facebook dedicata perlopiù alle meme.

Dopo aver dichiarato di di aver «smentito tutte le false accuse della prima puntata» (affermazione sulla quale Report ha avuto da ridire), la Meloni definisce l’ultimo servizio della trasmissione Rai un «campionato mondiale di arrampicata sugli specchi».

Report invita quindi la leader di Fratelli d’Italia a denunciare gli autori della trasmissione in tribunale, se è sicura che il servizio contenga falsità. Meloni si dice effettivamente sicura di vincere, ma contraria a far ricadere le spese legali sui contribuenti – affermazione che porta all’ultima replica di Report, che sottolinea come la Rai copra solo le spese legali del dipendente, ma un eventuale risarcimento danni sarebbe a carico dei singoli e non della televisione.

Sullo stesso tema: