Hong Kong, la disperazione dei genitori fuori dal Politecnico: «Liberate i nostri figli» – Il video

L’assedio delle forze dell’ordine al Politecnico, una delle roccaforti del movimento, è ormai al secondo giorno. All’interno dell’università potrebbero esserci dai 100 ai mille studenti

Sono tra i cento e i mille gli studenti ancora barricati nel Politecnico del quartiere Kowloon a Hong Kong. Fuori, insieme alla polizia e ai membri della stampa ci sono anche i familiari che, come mostra un video che sta circolando sui social, aspettano ansiosamente la loro uscita.

Nel video si vede una donna supplicare le forze di polizia di liberare suo figlio e crollare a terra in un pianto. Nel frattempo continua l’assedio della polizia al Politecnico, giunto alla seconda giornata.

Il video è stato pubblicato sulla pagina Twitter della rete di attivisti pro-democrazia Demosisto, con un appello di schierarsi al fianco di Hong Kong.

«Scoppiati in lacrime, i genitori degli #StudentidelPolitecnico si sono inginocchiati e hanno chiesto alla polizia di Hong Kong di liberare i loro figli. Ma la polizia ha freddamente avvertito i genitori di non provocarli», si legge nel post.

Leggi anche: