Hong Kong, la foto degli studenti ammanettati diventa il nuovo simbolo della protesta

Le immagini sarebbero state girate nei pressi del Golden Plaza, un centro commerciale nel quartiere di Kowloon, teatro di scontri tra la polizia e gli studenti del Politecnico

Continua l’assedio della polizia di Hong Kong al Politecnico nel quartiere di Kowloon e continuano le grida di allarme e gli appelli di solidarietà da parte degli studenti. Nelle ultime ore ha cominciato a circolare sui social – e sopratutto sulle pagine degli attivisti come Joshua Wong e il movimento Demosisto – una foto che ritrae gli studenti ammanettati con cavi di plastica, tutti circondati da agenti in assetto anti sommossa.

Secondo la pagine di Demosisto dovrebbero essere circa 100 gli studenti arrestati. Le immagini sono state catturate da un video diffuso da Apple Daily che documenta diversi episodi di arresto e di scontro tra attivisti e forze dell’ordine. L’arresto sarebbe avvenuto a Golden Plaza, un centro commerciale nel quartiere di Kowloon, teatro di scontri tra la polizia e gli studenti del Politecnico.

Sullo sfondo la città sembra un campo di battaglia: il traffico è paralizzato, urla interrompono lunghi minuti di silenzio, le strade sono coperte di detriti e di pietre e altri ostacoli posizionati strategicamente per impedire la circolazione dei mezzi.

Fonte: Apple Daily | Un fermo immagine del video diffuso sugli scontri

Nel frattempo continuano i tentativi da parte della polizia di far evacuare il resto degli studenti barricati nel Politecnico. La chiusura temporanea delle scuole, iniziata giovedì, è stata posticipata per il momento fino a giovedì. Ieri un agente era stato ferito al polpaccio da un freccia scoccata da uno studente.

Leggi anche: