Roma, la campagna di educazione civica firmata da Marione. La polemica che imbarazza il M5s: «Il vignettista omofobo e razzista?»

Il Comune gli ha conferito un incarico di sei mesi a titolo gratuito

Il Comune di Roma lo aveva annunciato a inizio settembre: il vignettista Marione – vicino al M5s e per alcuni battibecchi social che hanno portato alla chiusura dei suoi account, specie per gli insulti contro l’allora presidente della Camera, Laura Boldrini, e contro l’ex ministro dem Maria Elena Boschi – ha ricevuto un incarico della durata di sei mesi, a titolo gratuito.

Collabora «in ordine allo sviluppo di innovativi modelli informativi anche attraverso l’utilizzo del linguaggio e dei mezzi espressivi propri della fumettistica, per promuovere fra gli studenti degli istituti scolastici romani la cultura della legalità e lo sviluppo della coscienza civile».

E così è stato: oggi, 19 novembre, ha infatti fatto il suo esordio la campagna di educazione civica per le scuole. Sui canali social, la sindaca Virginia Raggi ha pubblicato «un piccolo “assaggio” del progetto Proteggi il cuore di Roma. Una delle venti vignette che tra qualche giorno condivideremo insieme ai giovani studenti di una scuola romana. Sarà il primo di una serie di appuntamenti! Seguiteci!», ha scritto.

La campagna è a firma di Marione, benché il suo nome non compaia. Alcuni hanno ipotizzato che l'”anonimato” delle vignette sia da attribuire alle perplessità trapelate all’indomani dell’annuncio del Comune sull’incarico conferito al vignettista.

https://www.facebook.com/christian.raimo.7/posts/10157013031217831

Altri invece proprio non ci stanno e criticano aspramente sia la campagna sia l’autore, come la pagina ufficiale dei Sentinelli di Roma:

Della stessa idea è il giornalista Fabio Salamida:

Leggi anche: