Torino, alla Cavallerizza Reale si procede allo sgombero degli occupanti

L’8 novembre scorso la Polizia ha disposto il fermo per il responsabile dell’incendio

Alla Cavallerizza Reale di Torino – un sito patrimonio Unesco – è in corso l’operazione di sgombero degli occupanti. A darne la notizia è la questura, che ha anche comunicato che lo stabile verrà messo in sicurezza e in futuro si procederà alla riqualificazione dell’intera area.

Nella notte, in base a un accordo siglato la scorsa settimana con la prefettura, è scaduto il termine concesso alle persone che occupavano la Cavallerizza. La struttura era abitata soprattutto da artisti, clochard e attivisti dei centri sociali.

La mattina del 21 ottobre scorso, le fiamme avevano avvolto il tetto dell’edificio, devastandolo del tutto. Le prime ipotesi degli inquirenti avevano definito il gesto come doloso, senza però risalire al movente né al colpevole per mancanza di prove.

L’8 novembre, invece, grazie ai filmati della videosorveglianza utilizzati per un’altra indagine, la polizia ha disposto il fermo per il responsabile: un uomo senza fissa dimora che soggiornava all’interno della Cavallerizza e che durante gli interrogatori, subito successivi alla vicenda, si era detto estraneo ai fatti.

Leggi anche: