Clamorosa sconfessione: il voto online dice «sì» alle liste del M5s in Emilia e in Calabria. Di Maio: «Corriamo da soli» – Il video

Su Rousseau vince il «no». Non è un segreto per nessuno che la non presentazione di liste del M5s era considerata l’unica soluzione logica dai vertici del Movimento

Il risultato della consultazione online sulla piattaforma Rousseau tra i militanti del Movimento 5 stelle è netto e clamoroso: la proposta di una pausa elettorale per le elezioni regionali è stata bocciata con il 70,6% di «no».

Non è un segreto per nessuno che la non presentazione di liste del M5s era considerata l’unica soluzione logica dai vertici del Movimento, al duplice scopo di evitare un risultato probabilmente deludente e di portare via voti agli alleati del Pd nella sfida con il centro destra sia in Emilia Romagna che in Calabria. Ma questa preferenza è stata contestata da militanti ed eletti nelle due Regioni, e anche da figure come Roberta Lombardi o Danilo Toninelli.

Di Maio: «In Emilia Romagna e in Calabria ci presentiamo da soli»

«È un risultato importantissimo», afferma Luigi Di Maio: «ci sarò in prima linea con tutti gli attivisti e i candidati». Pur riconoscendo che «sarà una campagna elettorale difficilissima», afferma il capo della Farnesina, «ce la metteremo tutta, perché i nostri iscritti ci hanno chiesto questo». Il Movimento non si lascia intimidire, aggiunge Di Maio, «questa risposta è una risposta che chiede al Movimento 5 Stelle di andare avanti come un treno». Ribadendo la scelta di correre da soli, Di Maio conclude: «Il Movimento non può essere in questo momento che un’alternativa alla destra e alla sinistra, una terza via».

Leggi anche: